Cerca
Filters
Close

La vitamina D può proteggere la funzione polmonare nei fumatori

ScienceDaily: La vostra fonte per le ultime novità della ricerca e delle scoperte della scienza - aggiornato quotidianamente

20 luglio 2012

La carenza di vitamina D è associata a peggiore funzione polmonare e rapido declino della funzione polmonare di più nel corso del tempo nei fumatori, il che suggerisce che la vitamina D può avere un effetto protettivo contro gli effetti del fumo sulla funzione polmonare, secondo un nuovo studio dai ricercatori di Boston.

"Abbiamo esaminato la relazione tra la carenza di vitamina D, fumo, funzione polmonare, e il tasso di declino della funzione polmonare nel corso di un periodo di 20 anni con un complessivo di 626 uomini adulti bianchi della Normative Aging Study", ha detto l'autore Nancy E. Lange, MD, MPH, del Laboratorio di Channing, Brigham and Women Hospital. "Abbiamo trovato che la vitamina D in sufficienza (definita come livelli sierici di vitamina D di> 20 ng / ml) ha avuto un effetto protettivo sulla funzione polmonare e il tasso di declino della funzione polmonare nei fumatori."

I risultati sono stati pubblicati online prima della stampa e la pubblicazione della Società Toracica Americana American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine .

Nello studio, i livelli di vitamina D sono stati valutati in tre punti differenti di tempo tra il 1984 e il 2003, e la funzione polmonare è stata valutata in concomitanza con la spirometria.

"I nostri risultati suggeriscono che la vitamina D potrebbe modificare gli effetti dannosi del fumo sulla funzione polmonare", ha detto il Dr. Lange. "Questi effetti potrebbero essere dovuti a proprietà anti-infiammatorie e anti-ossidante delle vitamina D's."

Lo studio ha alcune limitazioni, tra cui che i dati sono di tipo osservazionale e non una prova, che i livelli di vitamina D fluttuano nel tempo, e che lo studio ha limitato la generalizzabilità a causa essendo tutti gli uomini anziani.

"Se questi risultati possono essere replicati in altri studi, potrebbero essere di grande importanza per la salute pubblica", ha detto il Dr. Lange. "La ricerca futura dovrebbe anche esaminare se la vitamina D protegge contro i danni polmonari da altre fonti, come ad esempio l'inquinamento atmosferico."

"Anche se questi risultati sono interessanti, i rischi per la salute associati al fumo superano di gran lunga qualsiasi effetto protettivo che la vitamina D può avere sulla funzione polmonare", ha detto Alexander C. White MS, MD, presidente del Comitato di Azione Tobacco l'American Thoracic Society."In primo luogo, i pazienti che fumano dovrebbero essere pienamente informati in merito alle conseguenze del fumo sulla salute e in aggiunta da dare tutta l'assistenza possibile per aiutarli a smettere di fumare."

fonte in lingua originale:

http://www.sciencedaily.com/releases/2012/07/120720081843.htm


Lascia un commento